“Mantenendo la porta inviolata si porta a casa almeno un pareggio”

Dopo la conferenza stampa di Vincenzo Italiano in molti mi avete contattato sui miei canali social per chiedermi un parere sull’affermazione contenuta nella domanda di Brunella Ciullini e confermata proprio dal tecnico viola: “mantenendo la porta inviolata come minimo si porta a casa un pareggio”. È un vero piacere che molti colleghi e addetti ai lavori condividano il mio pensiero, infatti è una cosa che sostengo da sempre. Come diceva qualcuno “affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie” e la statistica di tutta la storia del campionato conferma proprio questo: non è mai accaduto che una squadra abbia perso non subendo nemmeno un gol. Il principio vale sia in campionato che nelle gare delle competizioni europee, decise con doppio turno di andata e ritorno, infatti anche in Europa la statistica ci conforta dicendo che nessuna squadra che abbia subito zero gol, comprese le lotterie dei calci di rigore, è mai stata eliminata. Il contrario poteva accadere una volta, quando in estrema ratio le gare venivano decise con il lancio della monetina, ma dall’anno in cui è stato abolito questo singolare metodo per assegnare la vittoria, l’affermazione in oggetto è senz’altro valida. Sono da escludersi, ma è questione di lana caprina, le partite decise a tavolino.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*