Jovetic è viola – Corvino ha risolto con un tirocinio formativo

joj

Tiene banco in casa Fiorentina il caso Jovetic. Il montenegrino, dato ormai per certo alla corte di Sousa, sembra ora più lontano, con il mister che ha dato l’ok alle cessioni di Gomez e Pepito (soprattutto) convinto di poter contare sul ritorno dell’ex capitano. L’affare sembrava concluso con l’Inter disposta a cedere un esubero tecnico, la Fiorentina disposta ad acquisire un titolare e il giocatore soddisfatto di tornare a sentirsi importante. A complicare il tutto è stata una clausola riportata nel contratto di JoJo che prevede che lui sia “pagato”; una sorta di stipendio che la società che ne sfrutta le prestazioni sportive dovrebbe riconoscergli per il tempo speso ad allenarsi e a giocare. Ausilio ha cercato di minimizzare con un “Non soffermiamoci sui dettagli inutili“; più cauto Corvino: “Rileggete bene a voce alta che non ho capito” ; irremovibile Ramadani: “Ќе најдеме начин да се плати, а потоа остатокот ќе реши се.”

C: “Fali Ramadani abbi pazienza, tu hai detto “Stevan tornerebbe a Firenze anche gratis”, le parole date si mantengono”.

R: “Се работи кои се вели дека!”

A: “Via non litigate, si risolve tutto, aggiorniamoci a domani

Infastidito da questa clausola vessatoria, il DG viola si è subito recato al Centro per l’Impiego in cerca di una soluzione.

CPI: “Buongiorno, desidera?

C: “Devo inserire un giovane per qualche mese e ..”

CPI: “Allora non deve parlare con me. Deve prendere il numerino blu all’ingresso e compilare la scheda che trova sul banco e attendere il suo turno”

C: “Ma che cazz...”

CPI: “Avanti il prossimo”

La giornata è stata lunga ma la tenacia del DG è stata tale da riuscire a trovare una via possibile. Accantonato l’apprendistato per sopraggiunti limiti d’età si è pensato ad uno stage formativo che prevede uno rimborso spese di 600€ in parte finanziato dalla regione per i primi 6 mesi. Corvino punta a ad ottenere il restante dall’Inter e dall’INPS per i mesi del 2017 che dovrebbero essere coperti dal buono malattia. La strada è tracciata e percorribile, si tratta solo di buona volontà.

Ora la palla passa in mano a Ramadani, a lui e all’Inter decidere sul futuro di Jovetic. Noi siamo con Corvino.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*