Chiesa, spunta opzione del Vaticano: 30% della vendita allo IOR

In una lettera inviata a Pantaleo Corvino dal tesoriere del Vaticano Card. Edmund Casimir Stokatz, il fondo monetario dello IOR rivendica un diritto del 30% sull’eventuale cessione di Federico Chiesa. L’opzione sul talento viola fu concordata nel 2015, in occasione della visita papale a Firenze, tra l’allora DS Daniele Pradè ed il pontefice argentino, fortemente intenzionato a puntare sui giovani. Nella missiva recapitata in viale Fanti, appare chiara la volontà della curia nell’evitare speculazioni ed eccessive plusvalenze a danno dei fedeli, promuovendo investimenti in opere per la comunità e per il sostentamento e le necessità quotidiane di famiglie bisognose sul territorio marchigiano. Secondo indiscrezioni provenienti dai Palazzi Apostolici, allo stato pontificio potrebbe andare un ulteriore 10% dei proventi, per l’utilizzo non autorizzato del marchio Fede Chiesa ®. In caso di cessione, il budget a disposizione del direttore potrebbe quindi ridursi di molto, passando dagli ipotetici 60 milioni a poco più di 35, comprensivi di buco di bilancio.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*