I racconti di Ringhio. Parte prima “Homme si nasce”

Gennaro Gattuso, in arte Ringhio, nasce a Corigliano Calabro il 9 gennaio del 1978.

Il paese, che si affaccia sul Mar Ionio,è un tipico paesino del meridione. Persone semplici, bel mare da cui la gente trae ancora oggi risorse per sopravvivere grazie alla pesca e al clima caldo che permette la coltivazione di agrumi. La leggenda narra che il piccolo Ringhio avesse “garra”. Alla tenera età di 4 anni già giocava a calcio con un pallone che era un’arancia nel frutteto dello zio Pino. Spaccò diverse arance e veniva messo in punizione dallo zio Pino, ma dopo ogni punizione Gennarino ne spaccava ancora di più. La svolta a 6 anni alle elementari durante una lezione il compagno di banco, Pasquale,  gli frega la merenda e Rino non fa sconti, anche se piccolo rispetto a Pasquale gli entra da dietro sulla caviglia e si riprende la merenda. Da quel giorno il piccolo Gennaro ottiene il rispetto di Pasquale e della classe e alla fine del primo anno  si distingue anche per l’impegno scolastico componendo  la sua prima frase scritta “fatti i cazzi tuoi che io mi faccio i miei”. Continua…..

 


 

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*