Il Funzionario: “Campagna vergognosa contro di noi, ho paura ad uscire di casa”

L’altra faccia della medaglia nella querelle che tanto appassiona i tifosi viola. Un funzionario della Soprintendenza, che per ovvie ragioni ha preferito restare anonimo, racconta come è cambiata la sua vita da quando sono iniziati i lavori per il centro sportivo di Bagno a Ripoli. “Prima era tutto diverso, più calmo e più bello. Ricordo i tramonti romantici sulle scale elicoidali e i pomeriggi di pioggia trascorsi sotto la copertura a sbalzo. Ma oggi è cambiato tutto. Penso che qualcuno sia arrivato addirittura ad odiarci per colpa di una campagna mediatica vergognosa. Negli scorsi sei mesi mi hanno rigato la macchina tre volte, l’ultima un ragazzetto con un punteruolo e la mascherina chirurgica. Ho ricevuto lettere minatorie, mia moglie è stata licenziata e mi hanno purgato il cane. Non è più vita, sto pensando di mollare tutto. Non siamo uomini malvagi, a volte ci sono vincoli più grandi di noi. Abbiamo incontrato la Fiorentina e chiarito le modifiche da fare, tutte opere di poco conto. I lavori ripartiranno presto ma nonostante tutto gran parte della gente ci guarda storto. Ieri l’ortolano mi ha venduto delle pere marce, per esempio. Con i Della Valle c’era una bella intesa, non c’era pressione e potevamo tutti muoverci nel migliore dei modi insieme al Comune. Commisso invece s’è messo in testa di costruire davvero sia lo stadio che il centro sportivo. Sono sconfortato, spero che questo periodo passi velocemente”.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*