Martin Smartwork: “Finita l’epoca degli stadi, anche il calcio deve diventare agile”

In controtendenza con il trend delle principali società calcistiche internazionali, arriva lo studio pubblicato sul sito specialistico SmartEngineering dal professor Martin Smartwork. Secondo il luminare dell’ingegneria agile, i moderni impianti sportivi sono diventati inutili e il calcio deve prendere una direzione diversa. Il businnes corre sulla rete, bastano solo un campo di dimensioni regolamentari, un paio stanze dedicate alla gestione della vendita online e un bagno. “Il Covid ci ha insegnato che il futuro va in direzione del digitale”, afferma Smartwork. Niente più spettatori quindi, ma solo telespettatori o meglio “webspettatori”. Occorre ricavare il massimo dalla vendita dei diritti televisivi massimizzando gli introiti ed ampliando l’offerta, rendendo fruibili anche allenamenti e contenuti privati della vita dei calciatori. E’ necessario creare una web tv dedicata favorendo la fidelizzazione dei tifosi con voucher e sconti fruibili attraverso le piattaforme digitali. Anacronistico pensare ancora oggi alla progettazione di centri commerciali quando il tutto si può risolvere con un ridotto team in grado di gestire degli e-commerce ben congegnati. L’offerta può spaziare dalla semplice vendita di merchandising fino ad ogni tipo di prodotto sponsorizzato e personalizzato. Abbassare i costi per aumentare le entrate, questo il mantra della novella corrente ingegneristico-imprenditoriale che si va affermando oltreoceano e che sembra destinata a sbarcare presto anche in Europa. “Un ottimo sistema di business legato al mondo del pallone può costare in tutto meno di un milione di euro e aumentare i ricavi di oltre il 300%”, prosegue Smartwork. Potrebbe essere questo il futuro anche della Fiorentina? Le premesse ci sono tutte, vista l’impossibilità di realizzare un nuovo impianto e la capacità del patron Rocco Commisso di destreggiarsi nella digital transformation.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*