Prof. Rogito: “La pubalgia si cura con il rinnovo, ma c’è un effetto collaterale…”

Durante la trasferta di Verona è esploso improvvisamente un nuovo caso Chiesa. Il giovane attaccante, relegato per 90 minuti in panchina dal mister Montella, pare abbia accusato una fastidiosa pubalgia. Per saperne di più sull’antipatico problema, che ricordiamo aveva afflitto il giocatore anche nella scorsa stagione, abbiamo contattato il Prof. Rogito, docente emerito e specialista in terapie alternative. “Questa sindrome dolorosa è ampiamente nota e documentata, la casistica in ambito sportivo dispone di migliaia di dati nel corso degli ultimi 20 anni. L’analisi di questo studio comparato non lascia spazio ad interpretazioni, individuando una terapia chiara e risolutiva. Secondo le statistiche un calciatore dichiarato affetto da pubalgia guarisce nel 95% dei casi in seguito al rinnovo contrattuale, a patto – naturalmente – di un robusto adeguamento dell’ingaggio. Vi è però un effetto collaterale da valutare: il 93% dei calciatori guariti è stato ceduto la stagione successiva”.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*