Statistica: potenzialmente la miglior stagione della Fiorentina targata Della Valle

Secondo quanto pubblicato sulla rivista bimestrale di settore Calcio Contato, attraverso uno studio degli specialisti Alfredo Ismo e Federico Ottimi, questa appena iniziata potrebbe essere la miglior stagione della Fiorentina targata Della Valle.

“Negli ultimi 14 anni di Serie A, dal momento del ritorno della squadra viola nella massima serie, le migliori stagioni sono quelle 2006/07 e 2005/06, rispettivamente con 7 e 8 sconfitte. Alla guida di quella Fiorentina c’era Cesare Prandelli e i gigliati fallirono la qualificazione in Champions solo per le note vicende legate a Calciopoli, che li gravarono di importanti penalizzazioni. Nella stagione in corso, le sconfitte riportate dalla compagine toscana sono soltanto 4, dato che consente di guardare al resto del campionato con rinnovato entusiamo. Allo stato attuale la Fiorentina viaggia infatti con un 50% di sconfitte in meno rispetto alle migliori annate della proprietà Della Valle. Il profondo rinnovamento della rosa voluto dalla società, considerato anche il notevole sforzo economico sostenuto dagli imprenditori marchigiani (sono oltre 70 i milioni investiti per il mercato estivo), sembra quindi dare i frutti sperati, lanciando i viola in una cavalcata trionfale verso le zone alte della classifica”

Lo studio statistico di Ismo & Ottimi mette finalmente a tacere le tante ed ingiustificate critiche che la società di V.le Fanti ha dovuto sopportare fin dall’inizio della stagione. La squadra è forte, la rosa è ben assortita e le prospettive lasciano davvero ben sperare. Una iniezione di fiducia inattesa ma necessaria, per affrontare con serenità questa seconda sosta di campionato.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*