Tavecchio: “Con la riforma dei campionati la Fiorentina rischia la Serie B”

tavecchio_riforma_calcio_fiorentina_serie_b

Durante il forum Sport e Business del Sole 24 Ore, il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha illustrato i punti salienti della riforma dei campionati professionistici italiani. Le squadre di Serie A, B e Lega Pro saranno giudicate in base ad un rating basato su rigidi parametri stabiliti dalla Federazione. Al primo posto, tra i requisiti necessari per essere ammessi alla nuova Serie A, c’è lo stadio di proprietà. Seguono una dirigenza solida, un settore giovanile di livello, la capacità di indebitamento, incassi a breve compatibili, possibilità di fare mercato e impianto d’illuminazione. Secondo il parere di Tavecchio la Fiorentina non potrà essere ammessa al massimo campionato, sia per la mancanza dello stadio (ma anche l’impianto di illuminazione è di proprietà comunale) che per la dimostrata impossibilità di fare mercato, legata a doppio filo con l’incapacità di indebitamento. La società gigliata recupera qualche posizione grazie all’ampia dirigenza ma questo non basta a garantirgli un futuro nel gotha del calcio italiano. “E’ molto probabile” spiega il presidente “che la squadra viola venga inserita nella nuova Serie B, se non addirittura nel terzo livello corrispondente all’attuale Lega Pro”.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*