Robert Plant: “Stairway to Heaven è ispirata alle scale elicoidali del Franchi”

 

Già nel libro della Genesi si parla di una scalinata verso il cielo e molte volte si è ipotizzato che derivasse da lì l’ispirazione che portò Robert Plant a comporre il testo di Stairway to heaven. A confondere le acque e a far nascere una nuova corrente di pensiero fu però il film “A matter of life and death” uscite nelle sale statunitensi con il nome di “Stairway to heaven” che secondo alcuni ebbe una forte influenza sui Led Zeppelin. Dopo molti anni di distanza (49 per l’esatteza) a svelare un altro retroscena inaspettato ci pensa lo stesso Robert Plant in vacanza a Firenze in questo agosto. Colto e riconosciuto sotto un grande cappello di paglia in coda dalla Piera per un hamburger, il grande colosso della storia del rock si concede ad alcuni selfie e, passata l’onda euforica, si siede con noi a bere una birra e ci racconta: “Nel 1970 sono venuto qui per la prima volta e da allora quando posso ci torno a mangiarmi un hamburger come Cristo comanda. La prima volta ne mangiai 4 e con Jimmy (Page) ci bevemmo una ventina di birre. Verso le 3 di notte Jimmy guardando lo stadio mi disse “un giorno anche noi saliremo una scala come quella che conduce al paradiso. Non ho mai visto niente di più bello e artistico. La scala che porta in paradiso dev’essere per forza elicoidale”.

Da quel momento per noi è diventato un simbolo indelebile che ha cambiato la nostra storia e quella del rock.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*