Cesari fa chiarezza: “Con le unghie corte non sarebbe stato rigore”

Il dopo partita di Inter Fiorentina ha lasciato qualche strascico polemico per l’arbitraggio di Mazzoleni. Tra le 73 decisioni sbagliate, spicca l’episodio del rigore segnato da Icardi a fine primo tempo. Sul cross di Candreva il pallone sfiora la mano di Hugo (così dice la VAR). Il noto esperto ed ex arbitro Graziano Cesari fa chiarezza: “La regola è chiarissima e non da adito a fraintendimenti. Se il pallone tocca un arto distante dal corpo, non funzionale al movimento  fallo. A questo ci sono le aggravanti; la maglia era a tinta unita e il giocatore poco noto, rispettoso e non protestante ( nel senso che non ha protestato). Il pallone nello specifico ha sfiorato l’unghia del dito medio che non era evidentemente ben limata. Mi sento di dire che il rigore è giusto

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*