Borja costretto a guadagnare il doppio. È mobbing.

Intervengono i sindacati nella vicenda Borja Valero- Fiorentina. “Il datore di lavoro ha pianificato una strategia continuata per costringere il  dipendente a dimettersi e cambiare azienda. Costringendolo di fatto a guadagnare il doppio contro la sua volontà” Questa la sintesi del pensiero di Libero Da Impegni , esponente CGIL.

In effetti la vicenda è incresciosa. Il calciatore voleva rimanere, lo avrebbe fatto gratis, e invece è costretto a indossare la maglia dell’Inter che contrariamente alla sua volontà, lo pagherà profumatamente e per più tempo.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*