Insegna a Corvino a dire “governance” ma fallisce. Logopedista ha una crisi di nervi.

Non è sempre un mestiere facile quello del logopedista. Ne sa qualcosa Golia Linguetta, professionista del settore che da anni orbita nel mondo Fiorentina proprio per questioni legate al mondo della lingua. Esperto linguista e noto logopedista, segue in prima persona i nuovi arrivi (italiani e stranieri) e li accompagna in un percorso di insegnamento della corretta pronuncia della lingua italiana e anche in un processo di correzione di eventuali disfunzioni verbali. Un lavoro gratificante quanto complicato che riserva spesso insuccessi. Golia arrivava da una stagione estenuante, nella quale ha dovuto gestire molti giocatori stranieri (anche nelle giovanili) e un allenatore molto bravo nell’italiano ma con molte imperfezioni linguistiche. Quasi 12 mesi trascorsi a cercare di correggere le “emussioni” di Paulo Sousa senza risultati soddisfacenti. Erano le 23 di ieri sera quando ha saputo dell’arrivo di un allenatore italiano; giusto il tempo di un sospiro di sollievo prima di apprendere dal presidente esecutivo che la società ha introdotto un nuovo termine nell’organigramma: “governance” di cui fa parte Pantaleo Corvino. Seduta intensiva di 8 ore con il talento del salento, prima di scoppiare in una crisi isterica, dovuta forse all’altalena di emussioni.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*