La Lega dice NO al gioco con l’oca, ritorno rimandato per Kalinic

kalinic_oca

La notizia era nell’aria ma solo stamani è arrivata l’ufficialità da parte di Lega Serie A e FIGC che hanno negato la possibilità dei calciatori di scendere in campo con le particolari oche da terapia sempre più spesso utilizzate in giro per il mondo.

La “patoterapia” brasiliana, mutuata oltremanica con il nome di “ducktherapy”, è giunta anche in Italia grazie alle costanti ricerche nel settore medico-sportivo da parte dei luminari presenti all’interno dello staff sanitario gigliato. In sintesi si tratta di far interagire i volatili con i calciatori infortunati, per accelerarne prodigiosamente il recupero. Rigorosi studi scentifici hanno infatti dimostrato che l’utilizzo degli animali da terapia porta un notevole giovamento sul disturbo da stress post traumatico, dimezzando addirittura i tempi di recupero.

Grazie all’utilizzo di Gomez un’oca bianca di Poitou di tre anni, Kalinic sta prontamente recuperando dall’infortunio al quadricipite patito nella gara contro la Sampdoria. L’attaccante croato potrebbe essere pronto addirittura per scendere in campo domenica a Empoli, ma solo se accompagnato precauzionalmente da Gomez. Purtroppo i massimi organi calcistici italiani si sono orientati sul divieto di far calcare il campo ai preziosi animali, ne consegue che il rientro di Kalinic sarà presumibilmente rimandato alla sfida di Europa League con il Paok o alla trasferta meneghina contro l’Inter del neo tecnico Pioli.

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*