L’obiettivo di Carla Criti: “Campionato Klosed”

obiettivo_carla_criti_fiorentina

E con Lazio – Fiorentina si chiude anche questo campionato.  Partita da dimenticare quella della squadra gigliata, che subisce il primo gol al secondo minuto del primo tempo buttando così al vento il record dell’imbattibilità della difesa che durava da ben 180 minuti, mentre il secondo è incassato a causa di un’ingenuità del nostro capitano. Non solo la beffa dei due gol; come se non bastasse la Fiorentina è riuscita a far segnare anche Miro Klose,  giunto alla sua ultima partita con il club romano, scatenando così l’ira dei tifosi viola sul web (“con noi son tutti fenomeni”, “si resuscitano tutti”).
Unica nota positiva? Tino Costa. Dal suo ingresso in campo la partita della Fiorentina sembrava si potesse sbloccare da un momento all’altro. Il giro palla è stato più efficace, le verticalizzazioni più rapide e il centro campo riusciva a fornire più spunti pericolosi a Zarate che, nonostante l’aiuto del centrocampista subentrato a Vecino (partita disastrosa per l’uruguaiano), non riesce a trovare la porta. Chi gode davvero quindi, dispiace dirlo, è Lotito. Dopo Carpi e Frosinone, tornate in serie B, il presidente laziale può anche gioire per il risultato di ieri sera e, in generale, di tutto il campionato della sua bella Lazio.

Carla Criti

La Redazione



NOTA: RuttoSport è un periodico satirico, pertanto le notizie riportate sono frutto della fantasia degli autori e vanno considerate esclusivamente una lettura ricreativa. RuttoSport non è una testata giornalistica e non aspira a diventarlo. Forza Viola e sempre Juve merda!
La Redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*